Home separatore Regolamento

Regolamento

 

ART. 1 - FONTI LEGISLATIVE

La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazio- nale, è disciplinata – fino alla sua abrogazione ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 (il “Codice del Turismo”) – dalla L. 27/12/1977 n° 1084 di ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV), firmata a Bruxelles il 23.4.1970 – in quanto applicabile – nonché dal Codice del Turismo (artt. 32-51) e sue successive modificazioni.

ART.2 - DEFINIZIONE DI PACCHETTO TURISTICO - ORGANIZZAZIONE TECNICA - TOUR OPERATOR

Di seguito la definizione di pacchetto turistico:

“I pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze, i circuiti “tutto compreso”, le crociere turistiche, risultanti dalla combinazione, da chiunque ed in qualunque modo realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario: a) trasporto; b) alloggio; c) servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio di cui all’art. 36 che costituiscano per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del “pacchetto turistico” (art. 34 Cod. Tur.).

Il turista ha diritto di ricevere copia del contratto di vendita di pacchetto turistico (redatto ai sensi e con le modalità

di cui all’art. 35 Cod. Tur.). Il contratto costituisce titolo per accedere al Fondo di garanzia di cui al successivo art.11.

I pacchetti turistici inseriti nel sito  “Sicily in Tours" - Tour Operator Sicilia, sono organizzati, tecnicamente dalla Jenia Viaggi di Dreams and Travels srls, agenzia viaggi e turismo, con sede in Catania in Piazza  S. Placido n. 5 Autorizzazione n. 2462 VII TUR del 22/12/2014 Camera di Commercio REA n.CT 349295, P.IVA: 05186050877,  polizza ASSICURATIVA OBBLIGATORIA N. 196912 della compagnia ALLIANZ - AGA INTERNATIONAL S.A. GRUPPO MONDIAL ASSISTANCE, nel rispetto delle leggi vigenti in materia e appresso descritte

ART. 3 - PRENOTAZIONI E PAGAMENTI
La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo, compilato in ogni sua parte e sottoscritta dal cliente e inviata via posta o a mezzo fax all’organizzazione. L’accettazione delle prenotazioni è subordinata alla disponibilità di posti e s’intende perfezionata solo al momento in cui viene data da parte dell’organizzatore conferma scritta, a mezzo posta, via fax o mezzo sistema telematico.

Le indicazioni relative al pacchetto turistico non contenute nei documenti contrattuali, negli opuscoli ovvero in altri mezzi di comunicazione scritta, saranno fornite dall’organizzatore, in regolare adempimento degli obblighi previsti a proprio carico dall’art. 37 comma 2 Cod. Tur., prima dell’inizio del viaggio.

Richieste particolari sulle modalità di erogazione e\o di esecuzione di taluni servizi facenti parte del pacchetto turistico, dovranno essere avanzate in fase di richiesta di prenotazione e risultare oggetto di specifico accordo tra Turista ed Organizzatore, per il tramite dell’agenzia di viaggio mandataria. Ai sensi dell’art. 32, comma 2, Cod. Tur., si comunica che nei contratti conclusi a distanza o al di fuori dei locali commerciali (come rispettivamente definiti dagli artt. 50 e 45 del D. Lgs. 206/2005), è escluso il diritto di recesso previsto dagli artt. 64 e ss. del D. Lgs. 206/2005.

L’agenzia di viaggio, in possesso di regolare autorizzazione, dovrà rilasciare al cliente copia del contratto e pertanto la prenotazione si intende valida previo versamento all’atto della conferma da parte del cliente, di un anticipo pari al 25% dell’importo complessivo.

Il saldo da parte del cliente dovrà essere effettuato almeno 30 giorni prima della partenza. Tale importo viene versato a titolo di caparra confirmatoria ed anticipo conto prezzo.

Per prenotazioni effettuate a meno di 30 giorni e fino a 7 giorni dalla data di partenza, il saldo deve pervenire entro il primo giorno lavorativo successivo alla data di prenotazione stessa. Per prenotazioni a meno di 7 giorni dalla data di partenza, il saldo deve pervenire entro lo stesso giorno di prenotazione. Il computo delle giornate è da riferirsi al calendario.

Il mancato pagamento delle somme di cui sopra, alle date stabilite, costituisce clausola risolutiva espressa tale da determinare la risoluzione di diritto da operarsi con semplice comunicazione scritta, via fax o via e-mail, presso l’Agenzia intermediaria, o presso il domicilio anche elettronico, ove comunicato, del turista. Il saldo del prezzo si considera avvenuto nel momento in cui perviene materialmente all’organizzatore.

I documenti di viaggio saranno inviati all’agenzia a ricevimento del saldo che dovrà essere effettuato a mezzo bonifico bancario.

ART. 4 - VARIAZIONE DEI PREZZI

Il prezzo dei pacchetti turistici potrà essere modificato fino ai 20 giorni precedenti alla partenza in caso di variazioni di cambi, di costi di servizi turistici, di tasse d’imbarco, portuali ed aeroportuali.

ART. 5 - RECESSO DEL CONSUMATORE
Il consumatore può recedere dal contratto senza pagare alcuna penalità nelle seguenti ipotesi:
- aumento del prezzo del pacchetto turistico in misura eccedente il 10%;
- modifica significativa del contratto proposto dall’organizzatore dopo la  conclusione dello stesso, ma prima della partenza e non accettata dal  consumatore.
Nel caso in cui il cliente non accettasse le suddette variazioni,dopo comunicazione scritta l’organizzatore si limiterà unicamente alla restituzione della somma  versata.

ART. 6 - PENALI RINUNCE

Penali:

- iscrizione sempre ove prevista;

- 10 % della quota di partecipazione in caso di recesso tra i 42 e i 28 giorni prima della partenza

- 25% della quota di partecipazione dai 27 ai 21 gg gg. lavorativi prima della partenza;

- 50% della quota di partecipazione dai 20  a 8 giorni lavorativi prima della partenza;

-75% della quota di partecipazione da 7 a 4 giorni lavorativi prima della partenza; 

- 100% della quota di partecipazione dal 3° giorno lavorativo al giorno stesso della partenza.

 

ART. 7- RESPONSABILITA’ DELL’ORGANIZZATORE
La responsabilità dell’organizzatore nei confronti del viaggiatore per eventuali danni subiti a causa del mancato od inesatto adempimento delle obbligazioni, previste dal presente contratto, è regolata dalle leggi e convenzioni internazionali richiamate al precedente art. 2 . Pertanto, in nessun caso, la responsabilità dell’organizzatore, potrà eccedere i limiti previsti dalle leggi e convenzioni sopra richiamate, in relazione al danno lamentato. L’agente di viaggi (venditore), presso il quale sia stata effettuata la prenotazione del pacchetto turistico, non risponde, in alcun caso, delle obbligazioni nascenti nella sua qualità di intermediario e, comunque, nei limiti, per tale responsabilità, previsti dalle leggi e convenzioni sopra citate. E’ esclusa in ogni caso la responsabilità dell’organizzatore e del venditore qualora l’inadempienza lamentata dal viaggiatore dipenda da cause imputabili allo stesso, ovvero imputabili ad un terzo estraneo alla fornitura delle prestazioni previste dal contratto, ovvero sia dovuto a caso fortuito od a forza maggiore. L’organizzatore, inoltre, non dovrà essere ritenuto
responsabile di eventuali danni che derivino da iniziative autonome assunte dal viaggiatore nel corso dell’esecuzione del viaggio.

ART. 8 - SOSTITUZIONE

 Il turista può far sostituire a sé altra persona sempre che:

a) l’organizzatore ne sia informato per iscritto almeno 4 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza, ricevendo contestualmente comunicazione circa le ragioni della sostituzione e le generalità del cessionario;

b) il cessionario soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio (art. 39 Cod. Tur. ) ed in particolare i requisiti relativi al passaporto, ai visti, ai certificati sanitari;

c) i servizi medesimi o altri servizi in sostituzione possano essere erogati a seguito della sostituzione;

d) il sostituto rimborsi all’organizzatore tutte le spese aggiuntive sostenute per procedere alla sostituzione, nella misura che gli verrà quantificata prima della cessione.
In caso nel pacchetto siano inclusi i voli, resta inteso che, in applicazione dell’art. 944 del Codice della Navigazione, la sostituzione sarà possibile solo col consenso del vettore.

ART. 9 - MODIFICHE PRIMA O DOPO LA PARTENZA.

Prima della partenza l’organizzatore o l’intermediario che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne dà immediato avviso in forma scritta al turista, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue.

Ove il turista non accetti la proposta di modifica, potrà recedere senza pagamento di penali ed ha diritto di usufruire di un altro pacchetto turistico ove il Tour Operator sia in grado di offrirglielo, oppure gli è rimborsata, nei termini di legge, la somma di danaro già corrisposta comprensiva di eventuale quota di gestione pratica.

Il turista comunica la propria scelta all'organizzatore o all'intermediario entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l'avviso delle modifiche. In difetto di comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall’organizzatore si intende accettata.

Se l’Organizzatore annulla il pacchetto turistico prima della partenza per qualsiasi motivo, tranne che per colpa del viaggiatore, rimborserà a quest’ultimo, nei termini di legge, l'importo pagato per l’acquisto del pacchetto turistico ed ha diritto ad essere indennizzato per la mancata esecuzione del contratto, tranne nei casi di seguito indicati:

- Non è previsto alcun risarcimento derivante dall’annullamento del pacchetto turistico quando la cancellazione dello stesso dipende dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti eventualmente richiesto, oppure da causa di forza maggiore e caso fortuito.

Per gli annullamenti diversi da quelli causati da caso fortuito, forza maggiore e da mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, nonché per quelli diversi dalla mancata accettazione da parte del turista del pacchetto turistico alternativo offerto, l’organizzatore che annulla, restituirà al turista una somma pari al doppio di quanto dallo stesso pagato e incassato dall’organizzatore, tramite l’agente di viaggi.

L’Organizzatore, qualora dopo la partenza si trovi nell’impossibilità di fornire, per qualsiasi ragione tranne che per fatto proprio del turista, una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto, dovrà predisporre adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del turista, oppure rimborsare quest’ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate.

ART. 10 - RECLAMI E DENUNCE

Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista durante la fruizione del pacchetto mediante tempestiva presentazione di reclamo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio. In caso contrario il risarcimento del danno sarà diminuito o escluso ai sensi dell’art. 1227 c.c.

Il turista dovrà altresì – a pena di decadenza - sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata,con avviso di ricevimento, o altro mezzo che garantisca la prova dell’avvenuto ricevimento, all’organizzatore o all’intermediario, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza.

ART. 11 - COPERTURA E FONDO DI GARANZIA

Il Fondo Nazionale di Garanzia istituito a tutela dei consumatori

che siano in possesso di contratto, provvede alle seguenti esigenze in caso di insolvenza o di fallimento dichiara to dell’intermediario o dell’organizzatore:

a) rimborso del prezzo versato;

b) rimpatrio nel caso di viaggi all’estero.

Il fondo deve altresì fornire un’immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da Paesi extracomunitari in occasione di emergenze imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore.

Le modalità di intervento del Fondo sono stabilite col decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23/07/99, n. 349 e le istanze di rimborso al Fondo non sono soggette ad alcun termine di decadenza. L’organizzatore e l’intermediario concorrono ad alimentare tale Fondo nella misura stabilita dal comma 2 del citato art. 51 Cod. Tur. attraverso il pagamento del premio di assicurazione obbligatoria che è tenuto a stipulare, una quota del quale viene versata al Fondo con le modalità previste dall’art. 6 del DM 349/9

 ART. 12 - COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DELL’ART.16 DELLA L. 269/98
“La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.”